Bonus mobili spese trasporto e montaggio, quando spetta la detrazione

Con il bonus mobili sono agevolabili anche le spese di trasporto e di montaggio, purché sostenute con le stesse modalità previste per l’acquisto dei beni. A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate.

All’interno della rubrica “La Posta” di Fisco Oggi è stato posto il seguente quesito:

Nel 2015 ho sostenuto spese per interventi di ristrutturazione edilizia. Vorrei usufruire anche del bonus mobili. La detrazione mi spetta anche per le spese di trasporto e montaggio?

L’Agenzia delle Entrate ha così risposto:

La detrazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2016. Per usufruirne, è necessario che i beni acquistati siano destinati all’arredo di un immobile per il quale si beneficia anche della detrazione Irpef (nella misura del 50%) per interventi di ristrutturazione edilizia.

Sono agevolabili anche le spese di trasporto e di montaggio, purché sostenute con le stesse modalità previste per l’acquisto dei beni (bonifico bancario o postale oppure carta di debito o di credito). I costi di trasporto e montaggio concorrono al limite massimo di spesa ammessa alla detrazione, fissato in 10mila euro per unità immobiliare. Il beneficio deve essere ripartito in dieci rate annuali di uguale importo.

www.idealista.it

Guida sulle detrazioni fiscali 2017

Linee Guida sulle detrazioni fiscali 2017

L’associazione dei geometri fiscalisti, Agefis, ha pubblicato il portolano (il manuale per la navigazione) che racchiude tutte le agevolazioni fiscali per la casa contenute nella legge di stabilità 2017.  Una sorta di guida che presenta anche le novità per chi lavora nel settore delle costruzioni e dell’edilizia.

Le principali misure contenute nel portalano sono le seguenti

  • Proroga del bonus fiscale per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente

  • Bonus mobili

  • Proroga e rimodulazione delle agevolazioni fiscali previste per gli interventi di risparmio energetico

  • Proroga quinquiennale e rimodulazione del “SismaBonus”

  • Proroga e potenziamento del “Bonus alberghi”

  • Proroga della rivalutazione delle aree edificabili dei soggetti privati

  • Misure per garantire la tracciabilità dei corrispettivi di lavori condominali e versamento delle ritenute

  • Blocco dell’aumento dei tributi a favore delle Amministrazioni locali

  • Esame delle modalità di applicazione della riduzione dell’IRES ed introduzione della nuova “IRI”

  • La proroga del superammortamento e l’introduzione del regime di iperammortamento per gli investimenti di impresa in beni digitali

  • Riduzione dell’ACE ed introduzione del “PIR”

  • Rivalutazione dei beni d’impresa

  • Prorga dell’assegnazione in regime agevolato degli immobili di impresa

  • La detassazione dei premi di produttività

  • Crisi dell’impresa: riduzione del debito IVA nell’ambito della transazione fiscale

  • Modifiche relative alla disciplina fiscale dei trasferimenti immobiliari nell’ambito di vendite giudiziarie

  • Sterilizzazione delle “Clausole di salvaguardia” per l’esercizio 2017

idealista.it